Corsica, Francia

  • Home
  • /
  • Corsica, Francia

Corsica, Francia

12 Jan, 2016 / 0

La Corsica è un’isola francese nel Mar Mediterraneo. Si trova a ovest dell’Italia, a sud-est della Francia continentale e a nord dell’isola italiana della Sardegna. Le montagne costituiscono i due terzi dell’isola, formando una singola catena. Prima della dominazione francese, la Corsica apparteneva alla Repubblica di Genova. La Corsica è una delle 27 regioni della Francia, anche se è considerata dalla legge come una collettività territoriale. Come ente territoriale, gode di alcuni poteri maggiori rispetto ad altre regioni francesi. La Corsica nel linguaggio comune è indicata come “regione”, ed è quasi sempre elencata tra le altre regioni della Francia.

La Corsica è divisa in due dipartimenti, Haute-Corse e Corse-du-Sud, e ha come capitale regionale Ajaccio, la prefettura della Corse-du-Sud. Bastia, la prefettura della Haute-Corse, è il secondo più grande insediamento in Corsica .Anche se l’isola è separata dalla terraferma continentale dal Mar Ligure ed è più vicina all’Italia che alla Francia continentale, politicamente la Corsica fa parte della Francia metropolitana. Dopo il periodo di dominio della Repubblica di Genova, iniziato nel 1282, la Corsica è stata per breve tempo una Repubblica indipendente dal 1755 fino alla sua conquista da parte della Francia nel 1769. La cultura della Corsica contiene elementi sia del francese che dell’italiano e la sua Costituzione, nel periodo in cui è stata una Repubblica, fu scritta in italiano.

La lingua corsa nativa è riconosciuta come lingua regionale da parte del governo francese. L’imperatore francese Napoleone Bonaparte nacque nel 1769 nella capitale corsa Ajaccio. La sua casa ancestrale, Casa Buonaparte, è oggi adibita a museo. La città settentrionale di Calvi sostiene di essere il luogo di nascita dell’esploratore Cristoforo Colombo.

 

La lingua regionale corsa

Il Corso (corsu o lingua corsa) è una lingua romanza italo-dalmata parlata e scritta nelle isole di Corsica (Francia) e nel nord della Sardegna (Italia). Il Corso è stato a lungo la lingua volgare insieme all’italiano, lingua ufficiale in Corsica fino al 1859: successivamente l’italiano è stato sostituito dal francese, per effetto dell’acquisizione dell’isola da parte della Francia nel 1768. Nel corso dei successivi due secoli, l’uso del francese è cresciuto al punto che, con la Liberazione del 1945, tutti gli isolani avevano una conoscenza di base della lingua francese. Il ventesimo secolo ha visto un grosso cambiamento della lingua, con gli isolani che hanno cambiato le loro pratiche linguistiche al punto che negli anni ’60 non erano rimasti parlanti monolingui corsi. Si stima che nel 1990 il 50% degli isolani aveva un certo grado di conoscenza della lingua corsa, e una piccola minoranza, forse il 10%, utilizzava il corso come prima lingua.